Il mondo di Youtube: 4 chiacchiere con Benedetta

0
77
https://www.fattoincasadabenedetta.it/
“Mamma da grande voglio fare lo Youtuber”. Probabilmente questa è la frase che i genitori 2.0 si sentono dire dai propri figli, ma chi è uno Youtuber? Lo Youtuber è colui che carica contenuti virali sul sito in questione e che grazie alle visualizzazioni virtuali riesce a guadagnare soldi reali. In Italia quelli più famosi sono ragazzi poco più che ventenni e il loro pubblico, per la maggior parte dei casi, è composto da adolescenti. Alcuni di loro riescono a diventare così famosi che “escono” per un momento dal web, per conquistare il mondo del cinema, della televisione, della moda, della musica ecc… insomma, diventano dei veri e propri influencer.
Quali contenuti producono? Nel vasto e variegato universo Youtube, è possibile trovare ogni genere di video, dalle recensioni di film, smartphone, auto, ai gameplay, da scherzi ad esperimenti, da imitazioni a tutorial di ogni sorta, da satira politica ad unboxing (video in cui l’utente in diretta “scarta una scatola” di un dato prodotto per la prima volta); ce n’è davvero per tutti i gusti!
Tra questi, molti sono i canali dedicati alla cucina ed alcuni d’oltreoceano sono dei veri e propri attentati alla cucina italiana, per fortuna non è il caso di Fatto in casa da Benedetta.
https://www.fattoincasadabenedetta.it/chi-sono/

Benedetta Rossi è una marchigiana nata e cresciuta in campagna. Pubblica video dal 2011, ma negli ultimi due anni circa è diventata tanto popolare che la Mondadori le ha proposto di scrivere il suo primo libro di ricette. Di lei colpiscono la sua semplicità, genuinità e l’empatia che riesce a creare con i suoi followers, soprattutto quando, a fine di ogni video, assaggia simpaticamente i suoi deliziosi manicaretti. La sua immagine rassicurante,quasi materna e le sue mani in pasta ci fanno sentire a casa e con tutte le sue prelibatezze ci vizia, anche se ci ritroviamo con qualche kg in più!

La cucina elitaria, che ormai siamo abituati a vedere in tv, lascia il posto alla tradizione fatta in casa, come lei stessa scrive nel suo blog“Fatto in casa significa scelta delle materie prime, personalizzazione dei prodotti, e soprattutto consapevolezza di ciò che si consuma. Le nostre nonne non seguivano certo corsi di cucina per preparare le loro delizie! […] Fatto in casa significa grande soddisfazione, con il valore aggiunto del risparmio e dell’originalità. Cosa c’è di meglio che stampare e incollare la propria etichetta su un vasetto di marmellata o sulla bottiglia di un liquore […]?”
Le sue video-ricette senza troppi fronzoli sono essenziali, chiare, veloci e facili da mettere in pratica e forse, è proprio per questo che il suo modo di fare funziona.

 

E noi di Altra Voce siamo riusciti ad intervistarla per saperne di più del grande universo Youtube e per conoscere qualche piccolo segreto del suo successo.
Cosa ne pensi di Youtube Italia?
“Youtube Italia è una bella community di creativi, c’è molto da migliorare, ma le opportunità sono enormi.”
Cosa ne pensi degli adolescenti che sognano di diventare Youtuber, credendo di poter guadagnare tanti soldi senza impegnarsi?
“Penso che se hanno voglia di esprimersi, Youtube è un mezzo perfetto, ma i soldi non devono essere l’obbiettivo e non sono affatto facili. L’impegno poi è moltissimo per gestire un canale.”
Secondo te, a cosa devi il tuo successo?
“Non è facile da dire, credo che i motivi siano tanti. Mi piace pensare che molti mi seguano perché hanno capito che c’è tantissimo impegno dietro a quello che facciamo, e che cerchiamo di essere estremamente onesti con i followers.”
Negli ultimi tempi, dal punto di vista tecnico (luci, montaggio, inquadrature), i tuoi video sono migliorati. È ancora tuo marito che ti aiuta a girarli, oppure ora ti affidi ad un esperto del settore?
“Si la parte “tecnica” è sempre opera di Marco al 100%. In realtà abbiamo girato quasi tutti i video con una macchina compatta e un software gratuito, ora da circa un anno abbiamo una macchina Reflex di media categoria e continuiamo ad editare con il solito software, (tutto il pacchetto tecnico costa meno di 1000 euro) per il momento facciamo ancora tutto da soli, i miglioramenti che vedi sono più che altro dovuti al maggiore impegno e tempo che ci mettiamo.”
Questo ormai per te è diventato un lavoro? Se sì, com’è cambiata la tua vita, soprattutto dopo la pubblicazione del libro?
“Certo potrei considerarlo un lavoro e per il tempo che dedico al progetto lo è, anzi è molto di più. Io comunque continuo con la mia attività principale che è quella di gestire la mia piccolissima azienda agricola e il mio agriturismo.”
Cosa cambieresti dei format televisivi basati sulla cucina?
“Sinceramente non saprei, ce ne sono molti e la maggior parte sono molto piacevoli. Mi piacerebbe solo che si evitassero le espressioni schifate o atteggiamenti snob verso il cibo in generale, ma questo non solo in tv.”
Se ancora non la conoscete, fate un salto sul suo sito https://www.fattoincasadabenedetta.it/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here