La Lettura Consigliata – “Un giorno”, l’amore di una vita si misura in istanti

0
74

Maggio è iniziato da pochi giorni, le giornate si allungano e c’è sempre più sole. È il tempo ideale per stendersi sul prato e leggersi un bel libro, in attesa dell’estate.

La lettura consigliata di questo mese è “Un giorno” di David Nicholls, romanzo del 2009 da cui è stata tratta una fortunata pellicola One Day, con Jim Sturgess e la bellissima Anne Hathaway. La storia ha inizio il 15 luglio del 1988 a Edimburgo, è l’ultimo anno di università per Emma e Dexter, e loro si conoscono veramente solo allora: lei secchioncella imbranata, lui playboy impenitente, si incontrano, si piacciono, si amano solo per una notte. Poi si dicono addio.

Addio, per modo di dire. Sì, perché tra i due nascerà un legame di amicizia che sopravviverà al tempo, alle ambizioni di carriera di Emma, alla parabola discendente di quella di Dexter, un affetto a volte morboso che più volte, sia in lui che in lei, trascenderà fino a diventare qualcosa di più. Ma tutte le volte che Emma o Dexter ammetteranno anche a loro stessi di essere innamorati ricacceranno in gola il loro sentimento. Si allontaneranno per il resto dell’anno, poi il 15 luglio scatta qualcosa, e sono ancora loro due, Em e Dex, Dex e Em, il filo del destino torna a farli riavvicinare. E non importa che il luogo sia Londra, la Scozia, o Parigi, gli istanti che sono stati riservati per loro si completeranno. Fino alla resa dei conti, perché ce n’è sempre una. Dopo più di un decennio la loro grande occasione. Come andrà a finire, riusciranno a coglierla? Riusciranno a lasciarsi alle spalle rancori, scelte di vita sbagliate, matrimoni e convivenze per gettarsi finalmente l’uno nelle braccia dell’altra?

“Coinvolgente e irresistibile, un ritratto brillante del tempo che ci siamo lasciati alle spalle”, così l’ha definito Nick Hornby.

“Un giorno” è il romanzo di una vita, è il libro di tutti quelli a cui il ruolo di “amico” va un tantino stretto, di tutti quelli che non riescono a non scostare il ciuffo davanti agli occhi della ragazza che li reputa come fratelli, di tutte quelle che non riescono a dichiararsi e sono costrette a subire tutte le conquiste dei loro amici. Ma è soprattutto il libro di chi ama, sia esso ricambiato o meno, di chi sa che, a volte, non può fare a meno di amare una persona che sa già di non poter avere.

CONDIVIDI
Articolo precedenteNelle firme va prima il Nome oppure il Cognome?
Prossimo articoloPerché la Spagna ha il nostro stesso fuso orario?
Emiliano Fraccica
Il mio nome è Emiliano Fraccica e frequento il C.d.L. in Scienze della Comunicazione a Bari. In realtà sono di Taranto, città piena di problemi sia dovuti all'inquinamento che alla mentalità. Mi definisco una persona curiosa, che cerca di vedere sempre il lato positivo e ridicolo di ogni situazione, e che per questo non si fa scoraggiare quasi mai. Ho sposato questo progetto perché credo nel potere della "penna che uccide più della spada", credo nell'informazione e nella cultura, e credo nella passione comune che io e gli altri redattori, miei amici fidati, condividiamo, la passione del giornalismo, sia esso "comodo" o "scomodo".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here