Tartare di salmone

0
25

La tartare di salmone è un piatto fresco e leggero, ideale per la calda stagione e può essere un secondo piatto oppure un antipasto. La tartare sarà accompagnata da una cremina gustosa e molto facile da realizzare. Il salmone andrà consumato crudo, quindi è fondamentale recarsi dalla pescheria di fiducia e chiedere del salmone norvegese che non necessita di trattamenti, se non dovesse esserci acquistate del salmone già abbattuto.

 

Ingredienti per la tartare

  • Filetto di salmone norvegese 400 g
  • Zenzero fresco 3 g
  • Scorza di lime 1
  • Sale fino 1 pizzico
  • Pepe nero 1 pizzico
  • Erba cipollina qb
  • Aceto di riso 10 g
  • Salsa di soia 1 cucchiaino
  • Zucchina un pezzetto da 3 o 4cm

Ingredienti per la crema

  • Robiola 50gr
  • Yogurt bianco greco 50gr
  • Erba cipollina qb
  • Pepe nero qb
  • Olio evo 1 cucchiaino
  • Zucchero i pizzico

Prendete il filetto di salmone e privatelo di eventuali lische e se presente anche della pelle, quindi tagliatelo prima a fette e poi a cubetti molto piccoli. Trasferiteli in una ciotolina e aggiungete il sale, il pepe e la scorza del lime. Pelate e poi grattate lo zenzero, raccogliete la polpa tra due cucchiaini e spremetene il succo facendo pressione, direttamente all’interno della tartare. Aggiungete l’aceto di riso, l’erba cipollina tritata finemente, il pezzo di zucchina tagliato alla julienne e il cucchiaino di salso di soia. Coprite il tutto con pellicola e lasciate riposare per 30 minuti in frigorifero. Nel frattempo occupatevi di realizzare la crema allo yogurt. In un altra ciotola mescolare lo yogurt greco con la robiola, aggiungendo pepe, olio, erba cipollina e lo zucchero. Lavorare il composto con un cucchiaio per qualche minuto per renderlo cremoso e omogeneo. Per servire la tartare munitevi di un coppa pasta da 7,5 cm di diametro e aiutandovi con un cucchiaio create lo strato di salmone marinato e livellate delicatamente la superficie. A questo punto aggiungere il giusto quantità di crema. Il piatto andrà servito subito per evitare la contaminazione del salmone, inoltre si sconsiglia di conservarlo per più di 12 ore.

Buon appetito!

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here