Da oggi l’acqua si può mangiare. La startup britannica Skipping Rocks Lab è riuscita a creare delle bolle d’acqua – chiamate Ooho balls – grandi quanto una pallina da ping pong. Possono contiene acqua, o altre bibite, grazie ad una membrana esterna fatta di estratti vegetali e alghe, commestibile e biodegradabile, che può resistere da quattro a sei settimane. Le palline si mangiano rompendo la membrana tra la lingua e il palato, per poi bere la bevanda contenuta al suo interno.

L’obiettivo del progetto creato da tre giovani ingegneri spagnoli è ridurre la quantità di bottiglie di plastica e di rifiuti da gestire e smaltire. Le Ooho balls sono state presentate a San Francisco e a Londra. Secondo la startup si potranno produrre fino a duemila palline al giorno una volta che il prodotto entrerà in commercio. Ora Skipping Rocks Lab sta raccogliendo fondi per avviare la produzione, attraverso la partecipazione a eventi sportivi e concerti. Se l’invenzione avrà successo, la startup conta di poterla usare anche per le bevande alcoliche.

 

 

Fonte: www.lifegate.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here