Ecco quando non serve la tachipirina

0
40

Quante volte, anche per un semplice malessere abbiamo preso una tachipirina o abbiamo sentito qualcuno, magari mentre parla a una mamma che deve fare i conti con un figlio piccolo con la febbre alta, dire: «Dagli la tachipirina».

Già, questo farmaco, la cui molecola è il paracetamolo, viene usato con troppa frequenza e semplicità. Da qui uno spreco di medicinali, con possibili effetti collaterali per la salute, e una spesa, è poco importante se sia pubblica o privata, del tutto inutile.

Ecco i due casi più frequenti di spreco della tachipirina, ossia quando questo medicinale non serve davvero a nulla.

1. La febbre dei bambini.

Tutti i pediatri ormai convergono sul fatto che la tachipirina va data ai bambini solo nel caso in cui la febbre sia altissima, oltre i 39 sul termometro. E perfino con una febbre a 39, potrebbe essere inutile.

Ovvero, se il bambino è di buon umore, gioca, mangia e dorme regolarmente, allora anche con la febbre alta non è necessario usare la tachipirina. A meno che, ovviamente, non si vada oltre i 40

2. Cura dell’artrosi.

Una recente analisi pubblicata sulla rivista Lancet, la più autorevole e affidabile al mondo nel settore della Medicina, dice chiaramente che il paracetamolo, utilizzato per l’artrosi ( e in particolare per la gonartrosi) è assolutamente inefficace. Vale zero, ai fini della terapia.

Al massimo ha un effetto placebo: ed a questa sentenza su Lancet si arriva dopo che l’università di Berna ha esaminato ben 74 studi sulla tachipirina applicata all’artrosi.

Fonte: Inran

Fonte: Curiosito

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here