“Notmynonni”, lo splendido progetto Instagram di Tiana Kai

0
180

Da quando, nel lontano 2010, fu lanciata come applicazione rivoluzionaria, Instagram ne ha fatta di strada e attualmente conta all’incirca 600 milioni di utenti attivi, seconda solo a Facebook e Twitter. Foto, video, da qualche mese anche le gettonatissime stories, brevi istantanee che restano in rete per sole 24 ore, Instagram è tutto questo, ha avuto il merito speciale di ridare voglia di scattare foto, di condividere i propri momenti speciali e di sentirsi, perché no, dei fotografi nel momento in cui riusciamo a cogliere qualcosa prima di tutti gli altri.

Fotografare significa esternare le proprie emozioni, condensare una parte di sé stessi dentro un’immagine che, come è ormai risaputo, “vale più di mille parole”, significa anche dare voce al nostro umore, alle cose che ci fanno stare bene.

Fonte Notmynonni, Instagram, foto di @franccina
Fonte Notmynonni, Instagram, foto di @simone_anne

“Notmynonni” è un esempio lampante di come Instagram può essere usato per valorizzare i nostri sentimenti, per valorizzare quelle persone che, spesso in maniera silente, ci stanno accanto e ci vedono crescere, amandoci forse con più intensità, perché sanno che hanno meno tempo per farlo. I nostri nonni, o anche “non i nostri nonni” fotografati nel quotidiano, nel loro vissuto di ogni giorno, immortalati sempre con la forza d’animo che li contraddistingue, beccati mano nella mano, o immersi anima e corpo in una partita di briscola all’ultimo sangue, con la sacca della spesa o affacciati alla finestra, a osservare un altro tramonto.

Fonte Notmynonni, Instagram, foto di @effea2

“Notmynonni” è una piattaforma dove chiunque può postare una foto che raffiguri “i nonni degli altri”, o anche i propri, per far conoscere a tutti quella sfumatura di dolcezza che possiamo ritrovare in ogni paese o città, ed è un progetto ideato nel 2013 da Tiana Kai, esperta in social media communication e appassionata di fotografia e di Instagram nata nelle Hawaii, ma vissuta praticamente ovunque, anche a Firenze per ben tre anni, nei quali si è letteralmente innamorata dell’Italia. L’abbiamo intervistata per sapere come è nato questo progetto, ma anche per saperne di più del suo amore incondizionato per la fotografia:

Tiana, tu sei un’esperta nella comunicazione attraverso i social media, ma hai una particolare predilezione per Instagram e la fotografia in generale. Com’è cresciuta in te questa passione?
“La mia passione per la fotografia risale a quando avevo otto anni, amavo fare foto. Successivamente ho frequentato dei corsi specifici sia nella scuola superiore che all’università, ed è stato un hobby che ho cercato di portare sempre avanti. Sono sempre felice quando faccio una foto.”
 
Nel 2013 hai lanciato un progetto davvero interessante, una pagina Instagram chiamata “Notmynonni”. Di cosa parla e perché è nata?
“È un progetto partito perché mi mancava mio nonno (Rosario Biagio Milici, che faceva parte della prima generazione Americana nata a New York -entrambi i suoi genitori venivano dalla Sicilia-) ed era difficile vivere così lontano da lui sapendo che non sarebbe vissuto ancora a lungo. Dopo che lui se ne andò ero terribilmente triste e vedevo il suo volto in ogni “nonno” che incontravo. Proprio per questo è un progetto che mi ha sempre emozionato e che ho sempre ritenuto importante portare avanti. “Notmynonni” è dedicato a lui, ma anche a tutti coloro che amano i loro nonni. I nonni sono davvero speciali e spesso non ricevono l’amore e l’ammirazione che realmente meriterebbero.”
Tiana Kai, fonte Twitter

Quindi possiamo dire in conclusione che per te una foto postata su “Notmynonni”, o più in generale una foto pubblicata su Instagram può essere considerata “un’opera d’arte”?

“Sì, al 100%!. L’arte è qualcosa di soggettivo, non può essere confinata solo in una tela o in qualcosa che si può incorniciare. L’arte riguarda più le emozioni, l’intimismo, e queste foto danno alla gente una sensazione bellissima: quella di sentirsi felici.”
Vi invitiamo quindi a passare da “Notmynonni”, potete farlo da questo link https://www.instagram.com/notmynonni/ oppure comodamente accedendo da Instagram e ricercando la pagina.

Se volete saperne di più sull’ideatrice di “Notmynonni” potete o andare sul suo sito http://tianakai.com/ oppure seguirla su Instagram, il suo nome utente è “Tianapix”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteRisotto al telefono
Prossimo articoloLa Bella e la Bestia 26 anni dopo, ecco cosa cambia rispetto al classico Disney
Emiliano Fraccica
Il mio nome è Emiliano Fraccica e frequento il C.d.L. in Scienze della Comunicazione a Bari. In realtà sono di Taranto, città piena di problemi sia dovuti all'inquinamento che alla mentalità. Mi definisco una persona curiosa, che cerca di vedere sempre il lato positivo e ridicolo di ogni situazione, e che per questo non si fa scoraggiare quasi mai. Ho sposato questo progetto perché credo nel potere della "penna che uccide più della spada", credo nell'informazione e nella cultura, e credo nella passione comune che io e gli altri redattori, miei amici fidati, condividiamo, la passione del giornalismo, sia esso "comodo" o "scomodo".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here